Alberto Maieli/ luglio 11, 2017/ Comunicazione/ 2 comments

C’è maggiore consapevolezza nell’uso dei social media in azienda e sempre più imprese decidono di investirvi: è quanto emerge dai dati dell’indagine del CRIET dell’Università di Milano-Bicocca, in collaborazione con LeFAC – TBS Group e IPSOS. Però i fini restano quelli del marketing, non della comunicazione o della gestione dei crisis: occorre migliorare ancora.

Uso dei social media, trend in crescita tra le imprese italiane: Condividi il Tweet

Per il 2017 è andata: siamo promossi nell’uso dei social media in azienda.

E a ben guardare siamo pure migliorati.

Dal “6” stiracchiato dello scorso anno alla sufficienza piena di oggi.

Lo dicono i numeri della seconda edizione di una importante ricerca.

Dal titolo “Ruolo e performance dei social media nella gestione aziendale”.

Condotta dal CRIET, centro di ricerca interuniversitario di Milano-Bicocca.

In collaborazione con LeFAC – TBS Group e IPSOS.

Lo riporta un articolo del Corriere della Sera a firma Maria Rosa Pavia.

Attività per cui sono usati i social media in azienda: differenza tra il 2016 e il 2017

Informare e interagire: in questo le aziende italiane sono precise / foto: CRIET Milano-Bicocca

SOCIAL MEDIA IN AZIENDA: INFORMAZIONI E INTERAZIONE

La ricerca analizza un campione di quasi 300 aziende del mercato italiano.

Indagando sulle modalità di gestione dei canali di comunicazione nelle imprese.

Sull’attività, gli obiettivi e le performance dei social media in azienda.

Scopriamo così che i social media sono utilizzati per diversi scopi.

Principalmente: diffondere informazioni e interagire con gli utenti.

Entrambi i fattori sono positivi, poiché in linea con la brand reputation.

E soprattutto in crescita rispetto all’anno scorso: dato positivo anche questo.

Attività per cui sono usati i social media in azienda: differenza tra il 2016 e il 2017

I social media in azienda non sono più usati per ridurre i costi della comunicazione / foto: CRIET Milano-Bicocca

OBIETTIVI: MIGLIORARE E CONSOLIDARE IL BRAND

Ma quali obiettivi ci si prefigge con l’uso dei social media in azienda?

Tutti obiettivi di marketing, ovviamente.

Come il miglioramento della consapevolezza dell’impresa.

O il consolidamento della reputazione del brand.

Interessante e in controtendenza però c’è un dato importante.

Calano le aziende che usano i social per ridurre i costi della comunicazione.

Pare si comprenda meglio il valore della comunicazione sui social media.

E come questa debba integrarsi alla comunicazione on e off line d’impresa.

Attività per cui sono usati i social media in azienda: differenza tra il 2016 e il 2017

Facebook è ancora il social più usato dalle imprese italiane per comunicare / foto: CRIET Milano-Bicocca

FACEBOOK, FACEBOOK E ANCORA FACEBOOK

I social media usati dalle aziende per comunicare sono… uno solo!

Facebook resta il re incontrastato anche in questo caso.

Su 100 imprese, 95 hanno una pagina sul social targato Zuckerberg.

Il dato può interpretarsi positivamente (“ci sono tutti, non posso mancare io”).

O negativamente (ci si accorge che gli altri social, se usati come FB, non agevolano).

Da sottolineare però il coraggio di quasi sette imprese su dieci.

Che si sono “buttate” aprendo un canale Instagram.

Si spera si siano prima chieste se serviva realmente al loro brand.

Attività per cui sono usati i social media in azienda: differenza tra il 2016 e il 2017

I budget delle aziende destinato ai social media: tutto normale? / foto: CRIET Milano-Bicocca

ANOMALIE NEI BUDGET DEGLI INVESTIMENTI

Ebbene sì, c’è qualcosa che non torna.

In un anno le imprese italiane che usano Instagram sono aumentate.

Appare logico che anche il budget per Instagram sia aumentato.

Si chiama investimento e ci sta tutto.

Osservando però la tabella vi sono anche altri social il cui uso è aumentato.

Sono YouTube e LinkedIn che però, nel 2017, hanno visto il loro budget diminuire.

Allora mi chiedo: se non investite sui social, come sperate che funzionino?

E se li usate tutti allo stesso modo (cioè come Facebook) cosa pensate di ottenere?

Attività per cui sono usati i social media in azienda: differenza tra il 2016 e il 2017

La propensione delle aziende italiane ad investire in comunicazione è in aumento / foto: CRIET Milano-Bicocca

CONCLUSIONI

Ripeto quanto scritto in apertura: va comunque molto meglio.

Oggi le imprese colgono di più l’importanza della comunicazione.

L’uso dei social media in azienda è basilare per informare i clienti.

E per assisterli in base alle richieste che muovono.

Ma la comunicazione non può essere multicanale senza la conoscenza.

Facebook è Facebook, così come Instagram è Instagram e così via.

Così come è opportuno affidarsi a consulenti esterni l’azienda.

Capaci di formare il personale interno finché capace di camminare da solo.

E’ auspicabile dunque un ulteriore miglioramento.

D’altronde, neppure Roma è stata costruita in un giorno.

Share this Post

2 Comments

  1. La maggior consapevolezza verrà accompagnata da nuove soluzioni di taglio “professional” come Workplace by Facebook.

    1. E’quello che mi sono augurato anch’io, cari colleghi, in uno degli argomenti trattati in questa intervista a Veronica Gentili: https://www.comunicazionesocialmedia.it/veronica-gentili-la-viralita-non-un-must/. Incrociamo le dita.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.